Cerca
Filters
Chiudi

Salute - La febbre: misurarla con i termometri classici o i termometri digitali

martedì 24 gennaio 2017

La febbre: misurarla con i termometri classici o i termometri digitali

La febbre è uno dei meccanismi di difesa del nostro organismo contro virus e batteri.

La corretta temperatura dell’organismo umano è compresa tra i 36.5 e i 37.5 °C, temperature più elevate danneggiano i microbi ma allo stesso tempo rendono difficile la vita alle cellule provocando uno stato di malessere. Dato che la febbre ha lo scopo di creare condizioni sfavorevoli alla vita di virus e batteri, sarebbe opportuno non contrastarla nel corso di una malattia infettiva, ma di tenerla sotto stretto controllo.

Per questo motivo è consigliato imparare a misurare accuratamente la temperatura e, soprattutto, distinguere tra temperatura interna ed esterna, a seconda del metodo che si utilizza per misurarla.

La temperatura interna è, solitamente,  superiore di circa mezzo grado rispetto a quella esterna. Si può quindi parlare di febbre quando la temperatura corporea supera i 37 se misurata per via cutanea - ossia ascellare, inguinale o frontale - o i 37,5 quando misurata per via rettale, orale o auricolare.

Sul mercato sono disponibili diversi tipi di termometri: digitali, a infrarossi, e al gallio; questi ultimi sostituiscono i vecchi termometri al mercurio, messi al bando a causa dell’elevata tossicità di questo metallo.

Termometri Digitali: molto pratici, posso essere dotati di sonda rigida o flessibile e consentono a seconda dei casi la misurazione della temperatura per via ascellare, inguinale, orale o rettale. Solitamente il risultato viene fornito in circa due minuti su un display digitale.

Termometri al gallio: somigliano al vecchio termometro al mercurio, ma contengono una lega di gallio, indio e stagno. Sono particolarmente accurati e la temperatura può essere rilevata in 3-4 minuti per via ascellare, inguinale orale e rettale.

Termometri a raggi infrarossi: misurano il calore del corpo attraverso un sensore che rileva i raggi infrarossi irradiati. I modelli auricolari, dalla forma conica, rilevano la temperatura attraverso il condotto uditivo esterno: la temperatura è considerata normale quando oscilla tra i 36 e i 38 °C. I modelli frontali, con o senza contatto, invece, rilevano la temperatura della fronte, ed essendo poco invasivi sono particolarmente adatti ai bambini.

Lascia il tuo commento